Notizie

I Passi per la Migliore Pulizia della Cuccia

Il lavaggio della cuccia è un’operazione che va fatta con regolarità e frequenza settimanale per migliorare la pulizia e l’igiene della casa del vostro amico a quattro zampe. L’igiene del cane passa anche da una cuccia pulita e un ambiente di vita ospitale. Ogni buon padrone che si rispetti, allora, non può esimersi da questa responsabilità.

Tanti sono i consigli utili per cuccia da esterno per cani, ma per un trattamento fatto coi fiocchi i passi da seguire sono sempre gli stessi.

Pulizia preliminare, lavaggio base, disinfettazione e trattamento antiparassitario, senza dimenticare il lavaggio di eventuale lettiere e cuscini. Questa la formula magica per assicurare al tuo amico a quattro zampe un alloggio sempre lindo e ospitale. 5 step immancabili, efficaci solo se eseguiti con costanza e precisione.

Armiamoci allora di spazzola, secchio d’acqua e disinfettante e partiamo. Siete pronti?

Pretrattare

La pulizia vera e propria della cuccia da esterno è preceduta da un’operazione preliminare di rimozione. Il tetto apribile può darci una mano più che essenziale in questa fase.

Togli innanzitutto i cuscini, le lenzuola e tutta la biancheria utilizzata come lettiera per il tuo cane. Non dimenticare di eliminare anche peli, eventuali feci e cibo che possono rimanere deposti tra gli anfratti dell’abitazione. Utilizza per quest’operazione guanti di plastica o appositi levapelucchi.

Dopodiché è il momento di una bella spolverata. L’aspirapolvere è certo la soluzione più veloce ed efficace, ma per un’operazione ancor più certosina non esitare ad utilizzare la cara vecchia spazzola. Soluzione forse spartana ma ottimale per agire a fondo sugli angoli e le cavità che nessun altro strumento è in grado di raggiungere.

LavaggioBase

Entriamo quindi nella fase di lavaggio vero e proprio. Ogni opera di pulizia che si rispetti non può prescindere da una miscela d’acqua calda e sapone di Marsiglia. Il composto così ottenuto va strofinato sulle superfici della cuccia con pazienza e decisione.

Un’igiene di base è adesso garantita, ma se proprio desideri la cuccia più pulita e sicura per il tuo cane puoi andare a fondo con la questione aggiungendo ad acqua e sapone combinazioni di bicarbonato, limone, sale e aceto. Tutti prodotti naturali che, se ben dosati, sortiscono sorprendenti effetti antiparassitari e aiutano a cacciar via i cattivi odori.

Ecco dunque che si apre il primo crocevia del nostro “percorso”. Il lavaggio standard, quello settimanale, può dirsi concluso. Tocca a noi ora decidere se proseguire con una più specifica opera di disinfestazione, o proseguire con il risciacquo e l’asciugatura.

Trattamento Antibatterico e Antiparassitario

Il trattamento antibatterico non può essere fatto ovviamente ogni settimana, sia perché comporta l’utilizzo di prodotti non propriamente naturali, sia perché richiede almeno un paio di giorni prima che l’animale possa finalmente ritornare all’interno della cuccia.

Quando svolgere allora quest’operazione? Tre o quattro volte l’anno è più che sufficiente. Col tempo, infatti, possono annidarsi, anche nelle migliori cucce da esterno, un indesiderato numero di microrganismi, dannosissimi per la salute del cane.

Abbiamo innanzitutto funghi e batteri, portatori di virus e malattie. Per eliminare a fondo questi sgraditi visitatori sarà opportuno dotarsi dei giusti detergenti. Sono prodotti ovviamente chimici, da usare quindi con il dovuto dosaggio. Molti di queste sostanze, come alcool etilico e acido acetico sono anallergiche e antisettiche, preferibili quindi a sostanze alcaline o ammoniache. Alternative naturali sono aceto e sale, ma è consigliabile integrarli con detergenti chimici almeno tre o quattro volte l’anno.

Per la lotta a pulci e zecche, i prodotti naturali sono invece più efficaci. Antiparassitari naturali ed efficienti sono soprattutto l’olio di neem e l’aceto di vino bianco. Un’ottima miscela è poi quella prodotta con citronella, olio di agrumi, di girasole e ovviamente il neem. Se i rimedi vegetali non ti convincono al 100% non esitare ad utilizzare qualche prodotto specifico a seconda del microrganismo che intendi annientare (pulci, zecche, tafani e acari sono infatti tutti eliminabili con gli stessi prodotti). Anche in questo caso però stesse avvertenze dei detergenti per funghi e batteri: applicare quelle 3 o 4 volte l’anno necessarie e aspettare qualche giorno prima di aprire nuovamente le porte della cuccia al tuo amichetto a quattro zampe.

Lavaggio della lettiera

Pulire una cuccia da esterno per cani non è materia per esperti, avrai capito. Basta soltanto dotarsi della giusta dose di affetto e olio di gomito, conoscere quello che serve e utilizzare i migliori prodotti per la pulizia.

Igiene e felicità di Fido garantita in soli 4 step, per riassumere spazzolata e lavaggio base per una pulizia standard, più trattamento antibatterico e disinfestazione dai parassiti per un’opera più approfondita e accurata.

Come ultimo passo non dimentichiamoci di lavare cuscini, lenzuola o qualsiasi altra soluzione utilizzata come lettiera. Evita la lavatrice e i detergenti in questo caso. Un buon lavaggio a mano con il solito mix di acqua, sapone e bicarbonato sarà più che sufficiente.

Fai asciugare il tutto, sia cuccia che lettiera, ed ecco la tua cuccia da esterno bella e pulita, praticamente come nuova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *