Polli e Galline

Allevamento di galline in liberà, di che si tratta?

Allevare delle galline ovaiole senza ricorrere all’uso di gabbie è possibile ed è oggigiorno una pratica piuttosto diffusa, nonché privilegiata dagli stessi consumatori. I benefici che se ne traggono sono molti in termini di qualità del prodotto e della vita stessa degli animali. Tuttavia non si tratta semplicemente di una pratica etica, ma anche un vantaggio per l’allevatore che deve quindi seguire una serie di accortezze.

Allevare galline in libertà: non solo una scelta etica

Perché scegliere l’allevamento di galline a terra? Le ragioni sono molte e di tipo diverso. Alcuni forse penseranno prima di tutto che si tratti di una questione etica: garantire agli animali una vita in simbiosi con la natura, lasciare loro gli spazi che gli appartengono, i loro habitat e permettere che svolgano un’esistenza non turbata dalle sofferenze e dallo stress provocato dagli allevamenti intensivi. I benefici, però, vanno oltre la sensibilità per gli animali e rendono la scelta di allevare le galline all’aperto una prospettiva davvero competitiva. Anzitutto questo tipo di allevamento consente di risparmiare sul mangime degli animali, poiché le galline troveranno nutrimento nei prati dove scorrazzano, pascendosi di vermicelli e piccoli insetti. Queste fonti di sostentamento garantiranno poi una produzione di uova di miglior qualità, con tuorli dai colori accesi per effetto di una maggiore assunzione di proteine naturali. L’apporto energetico delle uova prodotte, infatti, sarà maggiore. In questo modo l’allevatore riuscirà a ottenere senza fatica una dieta variegata per i suoi animali, rispondendo a tutte le loro esigenze nutrizionali.

Dunque maggior risparmio economico, dovuto a una minore necessità di grano per alimentare le galline, produzione ovaiola di maggior qualità e salute: le galline allevate all’esterno infatti sono più sane, serene, possono soddisfare tranquillamente l’impulso a grattarsi e beccare, avranno tutte spazio a sufficienza, terranno il giardino pulito da ragni e insetti e con i loro escrementi fungeranno da fertilizzante. L’unico ambiente chiuso che frequenteranno sarà un pollaio da giardino, dove trascorrere la notte.

polly gothiqueCome allevare galline all’aperto?

Bisogna seguire una serie di accortezze per dedicarsi all’allevamento di galline in libertà. Anzitutto è buona norma delimitare la zona in cui si intende far pascolare gli animali: le galline infatti per natura esplorano l’ambiente circostante e possono quindi facilmente farsi strada nelle case circostanti, sporcare i giardini dei vicini e mangiare i loro fiori. Per conservare i rapporti di buon vicinato è dunque auspicabile delimitare l’area deputata alle loro scorrerie e adattarla alle esigenze degli animali. Inserire degli alberi e cespugli che generino ombre naturali, è una scelta obbligata in quanto le galline che stanno all’aperto dovranno poter trovare punti freschi dove ristorarsi e risposare, specialmente in periodi di forte caldo.

Circoscrivere la zona in cui le galline circoleranno aiuta inoltre l’allevatore a reperire le uova: le galline infatti potrebbero crearsi dei nidi naturali in cui deporre e se non lo fanno sarà cura dell’allevatore agire in questo senso. È comunque possibile educare gli animali a deporre nel pollaio, attirandoli con del cibo. L’allevamento di galline all’esterno non prescinde infatti dall’uso di un pollaio di qualità, che rimane la scelta più sicura per garantire l’incolumità degli animali. Senza gabbie o sistemi di protezione le galline sono esposte ai pericoli dei predatori, specialmente durante la notte, perciò usufruire di un buon pollaio domestico, solido e robusto, contribuirà a preservare la salute e la tranquillità degli animali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *