Polli e Galline

Pollaio da giardino in città: come dare vita a un allevamento urbano

Negli ultimi tempi sempre più persone decidono di realizzare un pollaio nel proprio giardino di casa. Se in campagna non ci sono particolari problematiche nel tenere 10-20 o anche più galline, in città bisogna adottare particolari accorgimenti. Di seguito verranno forniti alcuni consigli e suggerimenti affinché sia possibile realizzare il tuo pollaio in città senza incorrere in problematiche varie. Grazie a piccoli accorgimenti, anche tu potrai avere le tue uova fresche quotidianamente.

polly farmAlcuni consigli e delucidazioni per tenere un pollaio in città

Prima considerazione da fare è se lo spazio per la sua realizzazione è sufficiente. Ovviamente non è possibile posizionare un pollaio in un balcone, è necessario infatti possedere un giardino. Un altro aspetto da tenere in considerazione è il tempo a disposizione, una cura e pulizia quotidiana è necessaria per garantire alle tue galline il miglior benessere e per evitare incomprensioni e problematiche con i vicini.

È poi il momento di considerare la burocrazia e tutte le norme che regolano la presenza di un pollaio in città. Un cittadino privato in linea di massima può tenere un massimo di 10 galline senza dare comunicazione all’ASL. Consultare il regolamento comunale o chiedere chiarimenti all’ASL è comunque la scelta migliore per evitare spiacevoli sorprese. Sempre con riferimento alle norme, va tenuto conto che un pollaio non può essere posizionato a meno di 10 metri dal confine con il vicino di casa. Di conseguenza anche un piccolo giardino non è l’ideale per la realizzazione di un pollaio.

Ulteriori aspetti da considerare sono odori e rumori. Per quanto riguarda gli odori, va garantita la massima igiene, altrimenti i vicini di casa hanno tutto il diritto di lamentarsi per gli odori che provengono dal pollaio. Con riferimento ai rumori, è innegabile che le galline all’interno di un pollaio facciano del rumore. In questo caso c’è una normativa specifica, che prevede che tra le 6 e le 22 i decibel emessi dalle galline non superino di 3 decibel il rumore di fondo normalmente registrabile. Per quanto riguarda il rumore notturno, finché è buio le galline sono silenziose, quindi eventualmente è possibile rendere il pollaio fino a una determinata ora oppure posizionare dei pannelli fonoassorbenti.

Un altro accorgimento da tenere in considerazione è quale razza scegliere. Ce ne sono diverse, e ogni razza ha il suo temperamento e anche colori diversi. Non abbiate fretta e scegliete con cura quella che fa per voi.

pollaioProblemi di un allevamento urbano: i ratti

Una considerazione da fare, in particolare per i pollai in città, sono i ratti. Un pollaio è un ambiente ideale per la proliferazione di una colonia di ratti, quindi è necessario prendere alcuni accorgimento. Prima cosa da fare è pulirlo quotidianamente ed evitare che durante la notte rimangano avanzi di cibo in aree dove i ratti possono accedere (ricorda che sono ottimi scavatori e arrampicatori, quindi se c’è l’opportunità di arrivare al mangime delle galline sicuramente ci riusciranno). I ratti sono pericolosi in particolare per i pulcini e per le uova, ma anche le galline adulte rischiano nel caso in cui i ratti siano particolarmente agguerriti e affamati. Ricorda inoltre che in alcuni casi sono portatori di malattie e parassiti.

Qualora tu non riesca a disfartene, l’alternativa è posizionare delle trappole o delle esche (naturali e non) per risolvere questa problematica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *